Come rientrare dalle vacanze natalizie senza troppi traumi

Con l’Epifania si concludono ufficialmente le vacanze natalizie! C’è chi ne è contento e non vede l’ora di tornare alla normalità di tutti i giorni e chi invece soffre di una vera e propria «sindrome da rientro».

Non sempre, infatti, riprendere le abitudini che si sono interrotte in un periodo di riposo, anche breve, risulta essere semplice: bisogna tornare alla normalità dopo aver avuto un periodo di relax, o magari dopo aver trascorso momenti piacevoli con amici e parenti ed essersi concessi qualche libertà in più!

Un buon suggerimento per ricominciare nella maniera meno traumatica possibile è sbrigare una faccenda per volta, senza tuffarsi in molteplici attività contemporaneamente. Inoltre, iniziare il nuovo anno dedicandosi un po’ di più al proprio fisico aiuta non solo a rimettersi in forma dopo le varie cene natalizie, ma permette anche di concedersi qualche ora di svago e favorisce una ripresa graduale della routine quotidiana.

Alcuni pensano che correre sia il modo migliore per scaricare energie negative, mentre altri decidono di dare seguito al più gettonato dei buoni propositi con l’iscrizione in palestra. E’ chiaro che non è necessario essere degli sportivi o degli atleti, questo vale soprattutto per chi non ha tempo o voglia di affrontare un’attività fitness impegnativa, ma è sufficiente inserire poco per volta delle passeggiate all’interno della propria giornata.

 

I benefici che camminare porta sono davvero molti, sia a livello fisico che a livello mentale ma, soprattutto, è un’attività che richiede pochi strumenti e poco tempo: bastano infatti mezz’ora di attività al giorno e un paio di scarpe comode.

Le scarpe sono un elemento fondamentale e ci sono dei dettagli a cui bisogna fare particolare attenzione per non dover incorrere nel rischio di avere mal di schiena o mal di gambe a fine giornata: innanzitutto, la tomaia, che deve essere in tessuto traspirante, perché permette una migliore areazione del piede; poi la suola, che deve essere smussata per permettere un migliore impatto tra il tallone e la strada; infine il battistrada, che deve essere resistente alle abrasioni, per evitare di buttare via le scarpe solo dopo poche settimane.

E’ tempo quindi di mettere da parte i maglioncini natalizi e iniziare ad usare scarpe comode per lunghe e sane passeggiate all’aperto!

Lascia un Commento