Quanta fatica la vita da pendolare!

Ogni giorno molte persone, lavoratori e studenti, devono spostarsi di parecchi chilometri, per scelta o per necessità, per raggiungere il proprio posto di lavoro o l’università frequentata.

Questa esigenza nasce soprattutto per chi vive nell’area metropolitana delle grandi città, dove con un unico mezzo di trasporto è veramente difficile riuscire a raggiungere il luogo in cui si è diretti. Spesso, quindi, si è costretti a prendere oltre al treno o l’autobus, anche la metropolitana o l’auto, il tutto con una serie di combinazioni e varianti che spesso potrebbe avere dell’incredibile.

 

 

 

 

 

 

I costi di questa trasferta quotidiana sono indubbiamente notevoli, sia da un punto di vista economico sia fisico:  a lungo termine, infatti, la vita da pendolare può portare stress, stanchezza e quindi frustrazione e sconforto. Per porre rimedio ad una tale situazione e cercare di rendere meno pesante questa routine si potrebbe intervenire seguendo alcuni piccoli suggerimenti.

Innanzitutto, per evitare di perdere molte ore sui mezzi pubblici tutti i giorni, si potrebbe cercare di sfruttare il tragitto per fare qualcosa di piacevole, come leggere un libro, rilassarsi guardando fuori dai finestrini, se il panorama lo permette, o, per un viaggio abbastanza lungo, recuperare del sonno arretrato.

Quando si torna a casa poi dopo una giornata caratterizzata da mille impegni, spostamenti, lavoro e stress, la cosa migliore da fare sarebbe dedicarsi a tutto ciò che permette di rilassarsi e staccare la spina per ripartire in condizioni migliori il giorno dopo.

Per chi invece deve trascorre diverso tempo sui mezzi pubblici o in auto, il miglior consiglio, per evitare i consueti mal di schiena o dolori vari, è cercare di raggiungere le fermate dei mezzi pubblici  o il luogo di lavoro, se le distanze non sono proibitive, a piedi o in bicicletta. In questo modo si avrà l’occasione di iniziare la giornata facendo anche dell’attività fisica che aiuta a risvegliare il corpo e la mente.

metro- Canguro

 

 

 

 

 

 

L’aspetto più importante per un pendolare è ad ogni modo indossare scarpe comode ma che siano adatte all’ambiente professionale. Le stringate sono le classiche scarpe da lavoro, quindi perfette per qualsiasi tipo di outfit, mentre le sneackers o gli stivaletti possono essere indossati in un look “da ufficio”, ma solo se l’ambiente di lavoro non è troppo formale.

Lascia un Commento